Alle tre del mattino

Noi, gli squali

Lì, sott’acqua
Nuoto al buio
Ogni tanto uno sprazzo di luce per vedere la preda che ho di fronte, e decidere se mangiarla o no… e sentire se ho fame o no
Decidere se posso fare a meno della fame e nuotare
O affondare i denti.

Io donna, io bambina

Non posso crescere
Adoro portare per mano questa bambina spaurita… le asciugo le lacrime quando occorre… la sostengo in ogni momento… la sgrido se fa la scema.
E a volte la odio, ma senza di lei non saprei vivere perché ogni suo turbamento mi rende nuova ogni giorno.

Catia