Ama il prossimo tuo come te stesso

“Ama il prossimo tuo come te stesso”.
Cosa accade se ti odi? Se non ti ami?

 Non puoi amare gli altri dato che questa frase sottende un profondo amore verso se stessi, altrimenti perderebbe di senso.

Amare gli altri, quindi, a cosa serve? A chi serve?
Serve a se stessi. Ama gli altri per amare te stesso.
In definitiva questa frase, comunemente interpretata come un donarsi agli altri per gli altri, serve per chi dona e si rivela essere una forma di egoismo.
Un atto di amore soddisfa il proprio piacere e il proprio desiderio di darsi uno scopo e ciò vale dai gesti di carità più spicciola al desiderio di avere un figlio.

E’ l’amore che guida il mondo.
Forse la frase è vera ma andrebbe allargata: è l’amore verso se stessi che guida il mondo e la massima espressione dell’amore per se stessi non è nell’autoreferenzialità ma nell’apertura verso l’esterno, in fondo siamo animali sociali.

L’egoismo, questa parola troppo spesso associata a connotazioni negative, forse tanto negativa non è:
“Pensare agli altri” è solo un modo per “pensare a se stessi”, il più appagante.

Danny