Analizzare il pubblico

Questo è un articolo che non ha mai avuto eguali su nessun altro blog e che presumibilmente continuerà a non averne. Uncino, almeno a mia conoscenza, è l’unico ad aver pubblicato nella presentazione del sito il dettaglio degli strumenti di monitoraggio impiegati e contestualmente ad essersi impegnato, nero su bianco, non solo a non cedere mai i dati raccolti ma perfino a non ospitare inserzioni pubblicitarie.

Perchè questo articolo? perchè esiste un tema ricorrente sulla privacy, o meglio sulla privazione della stessa operata da alcune aziende.
L’immagine che segue rappresenta solo una parte di ciò che io, webmaster di Uncino, sono in grado sapere della nostra utenza.
Badate bene, non solo io, ma i webmaster della maggior parte dei siti presenti in Rete! 

La privacy è morta nel momento in cui è nato il web; o meglio, come faceva giustamente notare in un recente post il nostro Cosmocronos, ha iniziato a morire la prima volta che qualcuno ha richiesto la prima carta di credito!

Quindi ragazzi miei… le paranoie del tipo “non faccio ricerche con Google perchè mi analizza”, “non uso Cortana perchè mi ruba i dati”, “evito Android perchè poi fa la spia” etc etc sono in reltà priva di senso.
Nel momento in cui voi aprite una qualunque pagina web, indipendentemente dal tipo di sito e da chi lo gestisce, per il suo webmaster voi entrate a far parte di una statistica da analizzare e segmentare!

Per cosa vendono usati questi dati? beh, questo dipende dal tipo di sito; nella maggior parte dei casi servono per la pubblicità; nel caso di Uncino, che non ha pubblicità e non è iscritto a nessuno strumento adatto a raccoglierla, a me questa mattina sono serviti ad inviare una circolare agli altri “fondatori” nella quale segnalo che l’affluenza di pubblico è più che soddisfacente (compatibilmente con i tre giorni di esistenza) ma abbiamo degli interessi non coperti dai nostri articoli e quindi dobbiamo provvedere.

Ecco, per un webmaster coscienzioso voi non siete solo valore in termini di idee apportate alla comunità ma siete anche questo:

Di più: quando un blog non dialoga con voi ma si limita ad osservare il numero di click sulla home e di click fatti sugli  articoli… beh, è probabile che ad interessare siano solo i dati di queste statistiche e non voi come comunità!

Certo di essermi attirato almeno un milione di antipatie… Federico.