Il Gigante dormiente: non era dormiente)

Negli ultimi tempi si sono visti molti articoli e commenti che descrivevano Intel come il “gigante dormiente” e addirittura alcuni che, con tinte apocalittiche, lo definivano prossimo all’estinzione per mano di Qualcomm.

Negli ultimi giorni, però, una serie di notizie ha rivelato che la società  – operando in stile “lima sorda” – non stava dormendo affatto: prima ha annunciato un ritorno (e uso il termine “ritorno” in quanto Intel già produceva StrongARM ventanni fa) alla produzione di processori basati su ARM;  e, ancora più eclatante, ha altresì annunciato una cooperazione con AMD per integrare i processori grafici di quest’ultima in alcuni dei suoi prodotti.

Dulcis in fundo, i primi processori ARM dovrebbero arrivare entro fine anno, mentre quelli frutto della cooperazione con AMD entro il primo trimestre 2018.

Il nuovo anno si prospetta interessante su tutti i fronti.