Io vedo, voi vedete

Guardo un paesaggio e nella mia mente si forma un’idea che lo descrive; chi mi sta affianco guarda lo stesso paesaggio, ma ciò che si forma nella sua mente coincide con quello che io vedo?

Dinanzi a me c’è il volto di una vecchietta… l’espressione che vi è disegnata genera in me una reazione forte… la mano corre al cellulare e scatto una foto.
Chi è con me vede la stessa cosa, ma non ha nessuna reazione… perché?

E ancora, perché questo capolavoro dell’arte non genera in me nulla più che il giudizio sulla tecnica usata dal suo autore?

E’ possibile che la percezione stessa dell’immagine sia soggetta a delle reali variazioni dettate dalla nostra storia… da ciò che sappiamo e che abbiamo vissuto in precedenza? Non parlo della “sensazione” o del giudizio estetico, ma della vera e propria rappresentazione dell’immagine che si forma nella nostra mente.

Mary