La sai l’ultima?

Questa campagna elettorale, se vista in modo distaccato, sembra sempre più una puntata di “La sai l’ultima?“.

Sento personaggi declamare “1000 euro di pensione”, “Reddito di cittadinanza a tutti” (roba da regime comunista dell’Unione Sovietica), “1 milione di posti di lavoro”, rimpatrio di 600.000 immigrati” (con cosa? dove?), “tasse basse e fisse” (non era lo spot Conad?), “pannolini gratis” (ah, beh… si vola alto).

Poi ci sono i politici (eufemismo) che si comportano come comari nell’aia e soltanto sparlano delle altre comari con frasi tipo: “gli altri sono disonesti, noi no”, “quelli hanno governato 20 anni e cosa hanno fatto?” (serve calendario per rendersi conto delle date senza spararle a caso), “tizio ha votato di tutto, noi non l’avremmo fatto”, eccetera. Mi sembra di essere nella canzone “Bocca di Rosa” di De Andrè dove le comari del paesino si limitavano all’invettiva.

Fortuna che, a volte, riesco a sentire frasi politiche di ampio respiro che non si fermano all’oggi.
Ieri, per esempio, ho sentito un politico dire che intende “modificare il regime fiscale rendendolo TUTTO progressivo in base al reddito”. Significa che anche le tasse patrimoniali esistenti (es. l’IMU seconda casa) avranno carattere progressivo (chi ha una seconda casa ma è disoccupato od a basso reddito non pagherà niente; chi ha un reddito alto, pagherà qualcosa per la stessa casa).
Se non altro un’idea realizzabile e diversa dalle solite promesse sentite 1000 volte e sempre, regolarmente, disattese (da tutti).

Una altra idea, banale e scontata ma nuova, che ho sentito ieri è quella di fare una campagna elettorale PRO qualcosa, anzichè la solita campagna CONTRO qualcuno (i comunisti, i fascisti, gli immigrati, gli altri partiti, Tizio, Caio o Sempronio).
Un’idea, quindi, propositiva e che porta con sè una visione (condivisibile o meno è nella normalità delle cose) e non alimenta rabbia e frustrazione che sono i veri interruttori che spengono il cervello delle persone, obnubilando ogni pensiero logico.
Personalmente potrò cambiare partito anche 100 volte nella mia vita, ma il mio voto sarà SEMPRE PRO QUALCOSA.

Io penso di aver trovato, adesso, per chi votare (anche se non sono ancora convinto al 100%).

In questo post NON ho fatto nomi perchè NON mi interessa tirare la carretta per un partito; lo scopo di questo post è solo quello di aprire gli occhi ai tanti indecisi per portarli a votare secondo una loro convinzione (qualsiasi partito) e non a votare la battuta più bella

StefanoBB