L’abito non fa il monaco… ma fa la suora?

Quante volte ci è capitato di incontrare persone che non ci ispirano fiducia? il nostro giudizio iniziale si basa inevitabilmente sul loro abbigliamento o magari, se abbiamo occasione di avere un contatto più ravvicinato, le giudichiamo per il modo di esprimersi e l’atteggiamento.

Ma le loro idee? la loro sensibilità? il come veramente sono al di là dell’apparenza?
Beh, per scoprire questo abbiamo la necessità di scavare molto più all’interno, di oltrepassare la buccia esteriore per tuffarci nel succo della loro reale sostanza.

Quella suora… quella suora sorride maliziosa ed allusiva o sta semplicemente semplicemente guardando una bambina che gioca mentre mangia una banana?
La maggioranza dei lettori di questo articolo, attratti dall’ambiguità dell’immagine (e non fingete che non sia il vostro caso), propenderà per la malizia.
Ne sono certa!
Ma perchè? per la banana? per il sorriso sbarazzino ed il dito sul naso? perchè siete ossessionati dal sesso?

E l’abito da suora dov’è finito in questo giudizio? la sua scelta di vita che l’ha portata ad indossarlo?
Da nessuna parte, non esistono.
Per un mucchio di gente abituata a guardare le onde dell’oceano i pesci che nuotano sotto la superficie semplicemente non esistono. In questo cavolo di mondo le suore carine non hanno il diritto di mangiare una banana sorridendo… ecco la verità!

Tu che leggi… sei un pescatore o un surfista?

Trilly (Mary)