Martini Cocktail variante Hemingway

Caro Diario, ti racconto una bella serata.

Martini Cocktail extra dry in versione Hemingway, personalizzazione by Rolando.

Calice gelato, ghiaccio nello shaker, un filo di vermouth, si sbatte, sbatte, sbatte, sbatte, sbatte, sbatte e si scarica il liquido. Ora si versa il gin (ottimo il Tanqueray) e si sbatte, sbatte, sbatte, sbatte, sbatte, sbatte e si versa nel calice.

Schizzata di scorsa di buccia limone, oliva e fucilata nel cervello fin dal primo sorso.

E fucilata di ricordi, proiettato fin dal primo assaggio a trent’anni prima… ai giri di Martini con Monica, al cameriere che faceva avanti e indietro dal bar al suo negozio… all’odore dei mobili antichi ed alle nostre confidenze.

– Fede, cazzo ci stai a fare con una che non ti piace? vedi che poi manco ti viene voglia di farci l’amore?
– Boh Monique, mi guida la macchina.
– Si ma poi viene a piangere da me!
– Ah si? e tu sfaculala, no?

Giro di Martini e cambio di argomento.

Altro tempo, altri Martini… Stesso luogo e stesso odore di antichità. Federico un po’diverso, Federico che non vive più a Terni
– Elisa è stata qui, piangeva come una fontana. Dice che ti ha dato tutta sé stessa, l’anello… i genitori. È disperata
– Ah sì? Evvabè ma a Torino c’è Laura. Grande figa Laura, Grandi scopate con Laura. E pure lei guida la macchina.
La faccio venire a Terni? vuoi conoscerla? ti piacerebbe Laura Monique, lei piace a tutti… è bellissima Laura, ed è pure intelligente

Altro giro di Martini

– No Federico, non voglio conoscere Laura
– Uh? perché? sei la mia migliore amica Monique, dovresti assolutamente conosce Laura.
– No Fede, non voglio conoscere Laura
– Ma cazzo, perché non vuoi conoscerla?
– Perché sono amica di Elisa, che viene qui e piange.
– Che palle, non l’hai ancora sfaculata? E che fa adesso?
– Beh si è rifatta una vita, però pensa ancora a te

Altro giro di Martini, fanculo Elisa.

Però poi la incontrai, mi dette un passaggio e me la scopai in macchina.

Che merda di vita… che vita fantastica!

Sono stato questo; alle volte lo guardo con orrore altre con vergogna… ma ogni volta che guardo questo mio passato mi accorgo che di quei decenni non mi è rimasto niente.

Poi è arrivata Mary e tutto ha iniziato a cambiare.

Chissà che fa adesso Elisa…

Federico