Niente aerei sui cieli della Siria

Ieri notte nulla volava su Damasco e sui cieli dell’intera Siria.
Tutte le compagnie aeree hanno dirottato il traffico perchè i Padroni del Mondo minacciano di sostituire il traffico commerciale con i missili.

Ancora una volta gli statunitensi hanno deciso di abbattere un Governo legittimo alle porte dell’Europa e sostituirlo con qualcosa si più vicino ai loro interessi.
Anzi, forse non uno ma due governi legittimamente eletti, perchè alcuni “falchi” stanno già pensando di approfittare della situazione per attaccare anche l’Iran.

Inutile aspettarsi un po’ di orgoglio dagli Stati europei dell’Ovest, tutti succubi degli USA. Quando non ancora soggetti a truppe di occupazione come nel caso del nostro Paese.
Non ci resta che sperare in Putin, l’unico europeo (sì, europeo! perchè anche se ci hanno insegnato il contrario, l’Europa va dalle coste dell’Atlantico alla catena degli Urali) sufficientemente forte e libero per poter difendere gli interessi del nostro continente… di casa nostra.
Anche con l’uso delle armi, se necessario.

Io sto con L’Europa ed i suoi interessi, che non coincidono affatto con quelli americani.

Io sto con Assad, il  Presidente liberamente eletto della Siria, che dopo l’uccisione di Gheddafi e Hussein, entrambi buoni amici dell’Europa e nostri partner commerciali, rappresenta ultimo baluardo vivente contro l’avanzata dell’integralismo islamico islamico. Quell’integralismo che nella Siria illegale perseguita i cristiani e chiude la popolazione che ha il coraggio di opporsi nelle gabbie. Compresi i bambini!

Federico

Un mito vuole che qui su Uncino io sia il padrone del vapore.
Nella realtà le cose sono ben diverse: sono solo l’addetto alla manutenzione delle tubature.
E non tutte portano gas.

 

Per chi volesse contattarmi in privato, federico@uncino.eu