Orban sta sbagliando i tempi

Ripropongo oggi questo mio articolo improvvisamente tornato pienamente attuale; ciò che è appena successo all’Ungheria di Orban serva di monito a tutti: gli obiettivi su base continentale si possono raggiungere solo pensando ed agendo su scala continentale.
Le piccole fughe in avanti magari fanno scalpore, ma sono fini a sè stesse e portano guai, perchè fino a quando non si sarà cambiata l’Europa non esisterà spazio politico per queste azioni.

Federico 1, Orban 0   :mrgreen: 

A Giugno scrivevo:


Non si corre da soli, si finisce per perdersi e far incazzare pure gli alleati.

Orban, Costituzione vieterà accoglienza
Anche limiti a manifestare e tribunali speciali amministrativi

Va bene, occorre un giro di vite sull’immigrazione ed un sistema di giudizio rapido capace di opporsi alla delinquenza dilagante.
Il popolo lo chiede, non per isterismo ma perchè la situazione si sta facendo oggettivamente ingestibile.
E mi piace molto anche il passaggio che riafferma che qui siamo in terra cristiana, argomento altrettanto sentito dai cittadini europei.

Ma da soli non si va da nessuna parte.
L’Europa va riformata fin nelle sue radici, certo, ma va riformata l’Europa nel suo complesso e non i singoli Paesi.

Quello che io definisco effetto-Salvini si sta dimostrando fortissimo, un Domino che abbatterà le tessere di tutti gli Stati, ma queste tessere non possono essere disposte a caso ed ogni abbattimento deve essere studiato in modo tale da far cadere la tessera successiva. Con ordine ed in base ad una strategia.
Il fine non deve essere quello di crearci un sacco di nemici interni, ma tenere ed integrare chi ha diritto, tenere e favorire chi è utile alla nostra società (penso ad esempio ai tanti giovani che vengono in Europa per fare impresa) ed espellere per quanto possibile chi il diritto o la funzione non lo ha.
Per quanto possibile, perchè nessuno sano di mente può credere sul serio di riuscire ad espellere veramente tutti i non aventi diritto che ci troviamo sul territorio europeo.
Con o senza modifiche costituzionali.

Orban non ha abbattuto la sua tessera ma sta dando una manata che rischia di far volare via tutto il tabellone.
L’ordine delle tessere e la sequenza di caduta dobbiamo deciderlo noi, i francesi ed i tedeschi.
Questo non per una forma di superiorità ma perchè siamo i tre Paesi più interessati al fenomeno migratorio e/o con maggior peso comunitario. Nell’Europa noi abbiamo una funzione ed un peso che l’Ungheria di Orban semplicemente non ha.

Sono stranamente moderato? non credo, è lui che è andato fuori di testa.
Costituzione  o non Costituzione, Orban si prenderà la sua quota di africani.

Federico

Un mito vuole che qui su Uncino io sia il padrone del vapore.
Nella realtà le cose sono ben diverse: sono solo l’addetto alla manutenzione delle tubature.
E non tutte portano gas.

 

Per chi volesse contattarmi in privato, federico@uncino.eu