Un altro passo verso la razionalità

Usa lasciano Consiglio diritti umani Onu

Questa è un’ANSA battuta ieri sera.
L’effetto immediato sarà un forte indebolimento non tanto del Consiglio in sè, quanto del peso delle argomentazioni di quanti (molti) non avendo serie istanze da proporre continuano ad appellarsi a delle norme etiche totalmente anacronistiche.
La portata di ciò che Salvini ha creato sta manifestandosi in tutta la sua portata, non è più un fenomeno che squassa completamente gli equilibri della UE, ma senza quel moto europeo Trump non avrebbe avuto la forza di un simile gesto.
Altro che iniziativa elettorale!

I “Diritti umani” non è che non debbano esistere, ma essi vanno rifondati sulla situazione attuale del mondo, che ormai vede l’Occidente non più come soggetto forte ma piuttosto come anello debole della catena.

Occorre una nuova Carta dei Diritti che tenga conto della necessità di proteggere non solo gli individui ma anche il diritto che hanno i popoli di veder preservata la propria identità culturale.

Il trionfo di Trump negli Stati uniti continua a rivelarsi fonte di continue occasioni per noi europei, e finalmente stiamo iniziando a dimostrarci capaci di coglierle e dare il colpo di reni necessario a sfruttarle.

Federico

Un mito vuole che qui su Uncino io sia il padrone del vapore.
Nella realtà le cose sono ben diverse: sono solo l’addetto alla manutenzione delle tubature.
E non tutte portano gas.

 

Per chi volesse contattarmi in privato, federico@uncino.eu